Cerca nel blog

mercoledì 7 marzo 2012

Pandispagna il mio tutorial



Oggi cari miei vi posto il mio passo passo del pandispagna, ricetta classica per torte semplici e decorate,qui' non occorre il lievito e questo me lo ha imparato la mia amica Mirianas di cook.
La buona riuscita di questo favoloso dolce sta nella lunga lavorazione di uova e zucchero tra i 20 e 25 min.

Allora passiamo agli ingredienti:

Per ogni uovo ci vogliono 30 gr di farina di cui meta' maizena, ma a volte metto anche la fecola e il risultato e' ottimo.

In questo caso ho usato 6 uova ,quindi 180 gr di farina ( 90 gr di farina 00 e 90 gr di maizena)
180 gr di zucchero semolato di cui una 50 di gr li ho frullati nel bimby per polverizzarlo.
Allora cominciamo mettiamo in una ciotola capiente le uova e tutto lo zucchero ,il normale e quello frullato,e con una frusta elettrica cominciamo a lavorare il composto,prima lentamente poi alzando la velocita'.
E' un lavoro molto lungo questo ma la riuscita e' assicurata.








qui' notate che le uova cominciano a montare ,


qui' sono raddoppiate di volume,


qui' addirittura sembra che voglia cadere dalla ciotola per come e' diventato bello spumoso,


a questo punto lasciamo le fruste elettriche e prendiamo una paletta di legno che ci serve per lavorare a mano, cominciamo col miscelare le due farine e setacciandole piano piano le mettiamo nel composto,


mi raccomando questa e' un'operazione delicata la farina va' mischiata dall'alto verso il basso,e non va' buttata tutta di colpo,ma piano e non ne' buttate giu' altra se quella precedente non si e' amalgamata bene.


A questo punto e' finito arriva la parte piu' semplice cioe' imburrare e infarinare una teglia e mettere il composto dentro.


in questo modo l'impasto arriva ad un paio di cm sotto il livello del bordo, durante la cottura avrete la sensazione che fuoriesca tutto dalla teglia ,ma non vi preoccupate perche' non e' cosi' non accadra' nulla,perche' poi si sgonfiera' da solo .


questo e' il risultato per la teglia rettangolare,notate che e' venuto bello alto,


questo invece e' in teglia rotonda e una volta sornati dopo 10 min, li togliete dalla teglia e lo fate raffreddare  avvolto in uno strofinaccio,in questo modo non secca e non indurisce.



anche questo rotondo e' venuto bello alto e addirittura ho potuto ricavare 4 dischi.


La cottura in forno e' molto importante,perche' e' ovvio che dipende dal forno ma per i primi dieci min.dovete metterlo a 170° i rimanenti 35-40 min a 180, questa temperatura vale per il forno statico,per quello ventilato invece la temperatura si abbassa di 10° almeno,quindi 160° per i primi dieci min. e la rimanente cottura a 170° non vi fidate comunque a fine cottura fare sempre la prova dello stecchino.Ci sono altri generi di forno come hotpoint dell' Ariston che ho io ,che non hanno la funzione statica, ma hanno un programma fatto a posta per i dolci, che addirittura vanno messi nel forno spento e poi si accende .Io l'ho provato e' non e' malvagio ,pero' sostengo che per qualsiasi genere di dolce ci vuole la cottura statica.
Posta un commento